VIA-Academy
Virtual Italian Academy

28 May 2017
Blog Top ITA Scientists Mission VIA Wiki Contacts About us Login  
ITALY in UK
Italian Embassy
Dante Alighieri Association
AIS-UK
MEDIA
Neuvoo
Corriere d'Italia
EDizioni ITaliane
VIA for ALL
English courses for Italians
Activities for children
Italian Kids in Manchester
Corso di cucina Italiana per bambini
Epicuro's corner
Gruppo Epicuro
Mangiar Bene a Manchester

Cosa dicono di noi
29/01/17: Borderline 24
25/05/16: Corriere della Sera
01/12/15: Wired.it
27/11/15: La Reppublica
03/09/13: Il Giornale
09/05/12: Corriere della Sera
17/04/12: GenovaToday
13/04/12: Abruzzo24ore.tv
05/04/12: La Nuova Ferrara
30/03/12: Corriere del Mezzogiorno
22/02/12: Sole 24 Ore
17/02/12: Pesquisa FAPESP
31/12/11: ItaloEuropeo.it
27/12/11: Scienzainrete.it
05/12/11: La Stampa
05/12/11: L'Italiano
27/11/11: La Stampa
27/11/11: ItaloaEuropeo
27/11/11: Italia Chiama Italia
23/11/11: UNIBO Magazine
16/11/11: Repubblica Genova
03/11/11: Scienzainrete.it
05/10/11: Wired
08/09/11: Scienza in Rete
08/09/11: L'ItaloEuropeo
27/07/11: Scienza in Rete
05/07/11: La Stampa
21/06/11: Uni. di Napoli
07/06/11: Uni. di Firenze
03/06/11: L'ItaloEuropeo
03/06/11: New Statesman
29/05/11: La Stampa
27/05/11: Italiani.lu
25/05/11: ScienzainRete.it
17/05/11: La Stampa
13/04/11: Il Sole 24 Ore
04/03/11: Il Democratico
27/01/11: La Stampa
05/01/11: Repubblica
13/12/10: La Stampa  22
07/12/10: Il Sole 24 ORE
03/12/10: La Stampa
30/11/10: Repubblica
08/10/10: La Stampa
05/10/10: Corriere della Sera *
28/09/10: La Stampa
22/09/10: Corriere della Sera 5
14/09/10: Lavoce
30/08/10: La Stampa 14 15
29/07/10: La Stampa
20/07/10: Il Fatto Quotidiano
continua...
Movimento No Euro
Londra Sera
 
19 December 2016
A proposito di cervelli in fuga, e dei ministri del governo italiano Poletti, altro ministro del governo Gentiloni, dichiara oggi, a proposito dei cervelli in fuga italiani:
"Conosco gente che è andata via e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi". 
Forse non sarà una semplice coincidenza, ma anche questo ministro, come quello del MIUR, viene da un mondo professionale che mi sembra non abbia  buoni rapporti con quello accademico.  
Quel che mi colpisce, ulterioremente, è che il ministro Poletti viene da Imola come me!
Non credo mi conosca, ma mi sembra una magrissima consolazione. Che conosca altri imolesi emigrati all'estero, alcuni dei quali fan parte dei TIS? 
Non credo ai lapsus in queste situazioni. Che sono invece espressione, mi sa, del profondo e sistematico disprezzo per il mondo della cultura, scienza ed educazione da parte del governo, e della classe politica che domina il paese. O no?


Read more...
Posted by: dr. Mauro Degli Esposti



COMMENTS LIST

Cari Amici e Colleghi Pur condividendo lo sfogo e l'amarezza di tutti per lo stato delle Università Italiane (La mia esperienza è limitata a quelle Romane) non credo che se ne possa uscire facilmente.... In questi posti il candidato ideale è quello "gestibile" non quello veramente capace, che in genere ha un cosiddetto "caratteraccio".... (guarda caso !) I somari in carica devono poter gestire i nuovi accademici, altrimenti si scoprono le magagne.... Apicali di Chirurgia che non sanno operare, Ordinari di medicina d'Urgenza e di Pronto Soccorso che svengono alla vista di un cerotto, Ordinari di Anatomia Patologica molto conosciuti nel condominio dove abitano e chi ne ha più ne metta ! Personalmente la cosa mi riguarda poco, pur avendo ottenuto l'Abilitazione a Professore Ordinario in diverse materie (sono un Medico Ospedaliero con l'hobby della ricerca), lo scrivente non ha mai partecipato a concorsi universitari, semplicemente perchè non amo sedere in panchina ! Rassegnatevi !!!.... ci vogliono 15-20 anni per cambiare questo sistema. L'unica grande speranza è quella di utilizzare obbligatoriamente nei concorsi commissioni di valutazione estere per il conferimento di posizioni apicali, come da sempre avviene in Nord Europa in particolare in Svezia. Solo il reclutamento di persone capaci e con larghe vedute potrà cambiare lo stato delle Accademie Italiane (e non solo) rendendole più "attraenti" ed interessanti per gli studenti Europei ed extra-Europei. Ho avuto modo di partecipare recentemente ad un concorso per Direttore di Struttura Complessa in un IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, dove l'attività di ricerca è compito Istituzionale) e le cose non sono poi tanto diverse.... Sono chiaramente rientrato nella triade di papabili Direttori ma con un punteggio sensibilmente inferiore a quello del Candidato Interno, che non ha mai avuto finanziamenti, non ha mai coordinato studi Nazionali /Internazionali, non ha Brevetti, non ha visibilità scientifica Internazionale, ma ha presentato un CV con numerose pubblicazioni in gran parte Nazionali ( senza IF) ed una lista di letture serali del tipo " come si diventa leader; i come si gestisce il personale; come si gestiscono i conflitti etc..... Avete capito bene "trattasi di letture serali", mancano solo le avventure di Peppa Pig .... ma non era un concorso di Pediatria ! Insomma per posizioni apicali in un IRCCS l'attività di ricerca, i grants, i brevetti, i riconoscimenti Internazionali (vedi WHO, Lista TIS etc...) non sono apparentemente necessari !. (No Comment sulla Commissione di Valutazione ....."sorteggiata") Il concorso è fermo perche qualcuno ha riferito che il sottoscritto ha "un caratteraccio" e potrebbe far casino...ma se le regole sono queste come si può lavorare in un contesto simile anche se si prende la posizione desiderata ? (Per giunta anche economicamente sfavorevole ....). Capite bene che il problema è molto complesso e di non facile risoluzione. Il figlio di un noto Preside di Facoltà a Medicina (peraltro molto bravo e meritevole di carriera) affermava candidamente che all'Università (ed aggiungerei anche in altre Istituzioni Scientifiche) molti transitano.... pochi le possiedono ! Ma attenzione non bisogna fare di tutta l'erba un fascio.... Ci sono ottime realtà nell'Accademia costrette a lavorare al rallentatore per non fare ombra..... Come ci sono tanti colleghi mediocri all'estero.... Almeno in ambito scientifico la "lista TIS" fornisce un criterio oggettivo per una valutazione seria dell'impatto internazionale dello scienziato. Bisognerebbe implementare questo tipo di strumenti. La potenza della Rete è immensa.... Fondiamo una rivista on-line legata al sito TIS del tipo " Top Posiition in Science and Medicine - Results and Adopted Criteria (Top-PSM-RAAC) dove la storia del reclutamento di ogni leader, la commissione che lo ha giudicato, ed i criteri adottati, siano resi pubblici a livello internazionale. Essendo dati pubblici possono essere fatti nomi e cognomi.... Con questa strategia non solo la Comunità Internazionale sarà informata sui progressi del nostro Paese e sul vento di cambiamento, ma gli artefici di questi miracoli saranno debitamente citati..... (una sorta di WHO is WHO) Rendere pubblici e diffondere sul web questi dati è il servizio migliore che possiamo fare ai i nostri figli ...oltre che lamentarci. Il mio feeling è che i primi numeri saranno scandalosi e di denuncia...... con gli anni appariranno dati meravigliosi con la gara a chi farà meglio ..... Con la triste storia di Macchiarini avvenuta al Karolinska in questi ultimi mesi la diffusione delle notizie on-line e la corretta informazione di questa eccellente Istituzione ha determinato le dimissioni dei Vertici della Facoltà di Medicina e della Commissione Nobel, un grande atto di onestà intellettuale che ha avuto risonanza Mondiale...... Pensate ai Rettori ed ai Direttori Scientifici delle nostre Istituzioni..... abituati a lavare i panni sporchi in casa ! Ma facciamoli diventare famosi ..... Cordiali Saluti a tutti Armando Bartolazzi
Posted by: Armando Bartolazzi | 2/1/2017 5:54:48 PM

si. Ricordo che come ministro del lavoro, in nome ce lo chiede l'europa, dobbiamo essere competitivi, ha fatto la riforma del lavoro, praticamente ha trasformato i giovani in schiavi del lavoro. Per essere competitivi o costruisci nuove tecnologie o fai le stesse cose ad un costo minore. Poletti ha scelto la strada della svalutazione del lavoro con il jobs act. Certo l'altra strada sarebbe stata quella di investire nella ricerca e nei giovani, invece lui preferisce mandarli all'estero :-)
Posted by: Luca Boscolo | 12/20/2016 6:51:28 AM

This is really offensive to the many Italian scientists and professionals who had to leave their Country for the lack of opportunities over the last fifty years. In my opinion, Academics and Professionals should join their voices in an united message to the international community, with their name and current position. Antonio Toniolo, MD
Posted by: Antonio Toniolo | 12/19/2016 10:33:19 PM

Poletti, mi scuso per il typo
Posted by: dr. Mauro Degli Esposti | 12/19/2016 7:38:19 PM

ADD NEW COMMENT

Name and Surname:

 
Email:

 
Website:

Comment:

 

Insert the above Anti-spam code:






H-Index Calculators
My Citations for Abilitazione Nazionale NOW ACTIVE
Import SCOPUS or ISI file for Abilitazione Nazionale NOW ACTIVE
TIS Reports
Top Italian Scientists
Top Italian Scientists per Area
Top 50 Italian Institutes
Top Uni. of Southern Italy
Top 100 home and abroad
Top BIO/14 Scientists
VIA-Academy.org
Video Presentation
TG Padova
Previous Meetings
16/01/10: Il Ritorno dei Cervelli
21/09/09 Prima Conferenza
31/01/09 Incontro/Dibattito
OPPORTUNITIES
Job Offers
Manchester University
Academic Jobs in UK
LINKS
Ricercatori Precari
ADI
Talenti in Fuga
Universita.it
Osservatorio sulla ricerca
BLOG
Blog
 Search:
 
 ARCHIVE
 
CONTACTS
Contacts
©2009-2017 Via-academy.org - All Rights Reserved